• Dom. Mag 22nd, 2022

REDEEM deejay il suo chiodo fisso LA MUSICA

DiUfficio Stampa

Mar 22, 2022
REDEEM dj
Nel caso di REDEEM, l’artista DJ/produttore capitolino, la musica da sempre è il suo chiodo fisso. Inizia a studiarla all’età di tredici anni con Dj professionisti. Suona nei migliori locali capitolini come  il Piper club, Jet set, La Suite, Toyroom, il PHI beach in Sardegna, il Fabric di Madrid e molti altri. La sua carriera è costellata di numerosi corsi e masterclass con DJ/produttori internazionali. Nel 2021, firma un disco in collaborazione con la cantante mondiale Dragonfly, presso la casa discografica del leggendario Robbie Rivera. Altro grande successo è del passato febbraio, l’ultima fatica discografica, Disco inferno tratto dall’album originale e trasformato in un’esclusiva hit Club/Dance in collaborazione con l’artista internazionale  Jude & Frenk.
Soprattutto, oggi Gerardo Spaziani, in arte REEDEM ci racconta un po’ di se. Infatti, molti non sanno che…
Perché hai scelto di chiamarti REEDEM?
“Beh, lo dice la parola stessa, reedem come redimere, riscatto. Da qui, nasce il mio progetto musicale, dove sono coinvolto in prima persona.
Riscatto da cosa?
La mia è una forma di riscatto dove all’interno ho racchiuso molti significati, uno dei tanti è redimere da avversità qualsiasi esse siano.
Il Covid ha stravolto le nostre vite, quale impatto ha sulla musica?
“Personalmente, ho scelto di rimanere dietro le quinte e occuparmi di produzione mettendo da parte i live. Tutti noi artisti siamo stati e siamo ancora colpiti, ma la voglia e la creatività di fare musica non è cessata. Anzi, possono esserci dei ritardi, ma le mie canzoni sono uscite e continuano a girare per il mondo. Soprattutto, abbiamo saputo dimostrare che la musica non la ferma nessuno. Grazie ai live streaming abbiamo intrattenuto molte Persone.
Perché ti volevano tennista?
gioco dall’età di 6 anni a tennis e dai 13 a livello agonistico per arrivare a 17 ad un livello professionale e la Federazione italiana puntava su di me già dall’iniziativa casa Lazio che coinvolgeva i due show man Paolo Bonolis e Max Giusti ai miei 13 anni.
Che rapporto hai con il tennis ora?
Ho un rapporto speciale con il mio coach Vincenzo santopadre che non smetterò ma di ringraziare per i suoi saggi consigli e la splendida persona che è! Mi aggiorna sulle partite di Matteo Berrettini e quando ci incontriamo grandi risate!
Come vedi il tuo futuro?
Per ora sono soddisfatto di ciò che ho realizzato ma il meglio deve ancora arrivare come collaborazioni con
altrettanti artisti internazionali ed eventi sia in Italia che all’estero.
contatti booking artista : Antonio Sepe NotiCaMania 02/80886823  antoniosepemanager@gmail.com

vipsettimanale.it
Il gossip e l’informazione della settimana.
Non è una testata giornalistica.

Questo sito è protetto da Google invisible reCAPTCHA v3, è soggetto a Goolge Privacy Policy and Terms of Use.

vipsettimanale.it © 2021 All rights Reserved.